Progetto scuole archivio

Progetto scuole 2019


La Giornata della Virtù Civile 2019, intitolata al tema del Senso dello Stato, è stata dedicata alle figure di Giorgio Ambrosoli, di Paolo Baffi nel trentennale della morte, e al ricordo di Silvio Novembre recentemente scomparso. Al Concorso proposto alle scuole, dalla terza elementare alla quinta superiore, hanno aderito circa 1000 studenti con i loro insegnanti.
Ricorrendo quest’anno il quarantennale dell’assassinio di Giorgio Ambrosoli l’Associazione ha offerto a tutte le scuole medie la graphic novel di Gianluca Buttolo La scelta e a tutte le scuole superiori il libro di Corrado Stajano Un eroe borghese e il film Un eroe borghese tratto dal medesimo, per la regia di Michele Placido.
Per riflettere sui vari aspetti del Senso dello Stato, le classi terze, quarte e quinte di scuola primaria sono state invitate a partecipare al Concorso “Prime prove di politica” sperimentando attraverso il gioco una simulazione di elezioni democratiche.
Per prepararsi al Concorso gli alunni hanno letto il libro La Costituzione raccontata ai bambini di Anna Sarfatti e visto il film d’animazione Zootropolis.
Hanno partecipato al Concorso “Prime prove di politica” 2 istituti scolastici con 9 classi. Gli alunni hanno realizzato vari elaborati tra cui video, cartelloni e l’ideazione dei partiti politici con i loro programmi, slogan, inni e simboli elettorali.
Le classi partecipanti si sono guadagnate in premio il laboratorio Alle urne! Alle urne! Il gioco delle elezioni a cura dell’Associazione culturale L’Ora Blù.

Agli studenti di scuola secondaria di 1° grado è stato proposto il Concorso “La Costituzione per me”, chiedendo loro di individuare gli articoli della Costituzione (compresi tra i primi 12) più vicini alla loro realtà e di proporne un’attualizzazione, con l’obiettivo di spronarli a riflettere sulle modalità in cui loro stessi possono essere elemento di stimolo e cambiamento per il bene comune e il servizio al cittadino.
Alcuni spunti offerti per riflettere sul tema del Senso dello Stato sono stati il libro di Mario Lodi Costituzione. La legge degli italiani. Riscritta per i bambini, per i giovani… per tutti, la canzone di Giorgio Gaber La libertà è partecipazione e il film di Ficarra e Picone L’ora legale.
A questo Concorso hanno partecipato 4 istituti scolastici con 12 classi.
Il 1° premio, che consiste nella visita a un Comando dei Carabinieri sotto la guida del regista e Carabiniere ad honorem Claudio Camarca, è andato a Diversamente uguali un video realizzato dalla classe 2^A della scuola media Santa Caterina da Siena. Il 2° premio è andato al progetto multimediale La Costituzione a portata di mano realizzato dalla classe 3^N della scuola media Mameli e consiste nella visita al Palazzo di Giustizia di Milano, sotto la guida di un magistrato. Il 3° premio è andato alla classe 2^B della scuola media Santa Caterina da Siena per il video TG 2B: Gli articoli della Costituzione italiana - Edizione speciale e consiste nella visita guidata da Milanoguida al Rifugio Antiaereo 87. La classe 3^H della scuola media Mameli ha vinto il Premio Associazione con il progetto multimediale Cinque giornate, cinque articoli, cinque luoghi. La libertà in gioco. Il premio consiste in un incontro/dibattito in classe con il magistrato Giuseppe Gennari.

Agli studenti di scuola secondaria di 2° grado è stato proposto il Concorso Come i Padri Costituenti, con l’obiettivo di stimolarli a mettersi nei panni dei Padri Costituenti e avviare una riflessione sui punti fondamentali dai quali non si può prescindere per redigere una Costituzione che sia garanzia di tutela del bene comune. Gli studenti hanno scelto gli articoli della Costituzione che a loro giudizio meglio esprimono il Senso dello Stato e hanno proposto un’attualizzazione degli stessi.
Come spunto per prepararsi al Concorso gli studenti avevano a disposizione il film documentario Niente paura di Piergiorgio Gay e il Discorso sulla Costituzione di Piero Calamandrei, Padre Costituente.
Hanno partecipato 8 istituti scolastici con 14 classi.
Il 1° premio, che consiste nella visita a un Centro operativo della DIA, è stato assegnato al progetto multimediale Equilibrio di genere: parità uomo-donna sul posto di lavoro, realizzato dalla classe 3^V del CIOFS-FP Lombardia. Il 2° premio è stato vinto ex aequo dal progetto La Costituzione: 12 favole per crescere nella legalità, realizzato dalla classe 3^B PSS dell’Istituto Bertacchi di Lecco e dal gruppo misto del Liceo Classico “Garibaldi-Alfano-Da Vinci” di Castrovillari che ha realizzato il video Come siamo, come dovremmo essere, come vorremmo che fosse e consiste in una visita guidata al Palazzo di Giustizia di Milano e a un suo procedimento, sotto la guida di un magistrato. Ci piace segnalare che il Liceo Classico Garibaldi-Alfano-Da Vinci partecipa dal 2014 classificandosi ogni anno tra i premiati.
Il 3° premio è stato assegnato ex aequo alla classe 5^B dell’Istituto San Carlo per il progetto Rivisitazione attraverso immagini e aforismi, e alla classe 2^L dell’Istituto Alberghiero Carlo Porta per l’e-book dal titolo La Costituzione 2.L e consiste in uno spettacolo presso il Teatro della Cooperativa di Milano. La classe 3^ Figurativo del Liceo Artistico Orsoline ha vinto il Premio Associazione con il progetto multimediale E questo sarebbe il XXI secolo? Il premio consiste in un incontro/dibattito in classe con un esponente del movimento politico Volt.

L’esposizione e la premiazione dei progetti presentati dalle scuole è avvenuta il 28 novembre presso il Conservatorio di Milano. Qui i ragazzi hanno potuto dialogare con Annalori Ambrosoli, vedova di Giorgio Ambrosoli; Francesca Ambrosoli, figlia di Giorgio Ambrosoli; Gianluca Buttolo, autore della graphic novel su Giorgio Ambrosoli La scelta; Alfredo Chiodi, nipote di Pina e Libero Grassi; Giovanni della Gatta, Ambrosoli Scholar; Gianmarco Crescentini, referente di Libera; Paolo Foschini, giornalista del Corriere della Sera; Elisa Marincola, giornalista di Articolo 21; Stefano Mattachini, nipote di Giorgio Ambrosoli; Francesca Sorini, nipote di Silvio Novembre; Isabella Tedone, giudice; Giuliano Turone, magistrato e giudice al processo per l’omicidio di Giorgio Ambrosoli, che hanno testimoniato dei diversi ambiti in cui lavorano o studiano.
Alcuni ragazzi sono tornati la sera per assistere all’emozionante tavola rotonda, che ha visto ospite anche il nostro sindaco Beppe Sala, e al Concerto Civile Giorgio Ambrosoli, magnificamente interpretato dall’Orchestra Sinfonica del Conservatorio G. Verdi di Milano, una formazione di studenti del Conservatorio con il soprano Cristiana Farricelli diretta dal Maestro Antonello Allemandi.


Progetto scuole 2018


La Giornata della Virtù Civile 2018, intitolata al tema della Testimonianza, è stata dedicata alla figura di Pina Maisano Grassi, testimone tenace e infaticabile della battaglia iniziata dal marito Libero. Grazie alla sua testimonianza sono nate numerose iniziative popolari contro tutti i comportamenti di stampo mafioso (Addiopizzo…).
Per riflettere sui vari aspetti della Testimonianza, le classi terze, quarte e quinte di scuola primaria sono state invitate a partecipare al Concorso “Testimoni in punta di penna” per la realizzazione di un giornale di classe.
Per prepararsi al Concorso, gli alunni hanno letto il libro Diario di Zlata. Una bambina racconta Sarajevo sotto le bombe di Zlata Filipović e visto i due video Benvenuti a Ndugu Ndogo e Primo giorno realizzati da Amani Onlus.
Hanno partecipato al Concorso “Testimoni in punta di penna” 2 istituti scolastici, che hanno aderito con 6 classi. Hanno realizzato tre giornalini di classe: Testimoni in punta di penna che ha fatto vincere il 1° premio alla scuola F. Aporti - Mantegna; mentre il 2° premio è stato vinto dalla scuola Maria Consolatrice con il giornalino intitolato Il bicchiere mezzo pieno; il premio Associazione è andato alla scuola F. Aporti - Mantegna per il giornalino dal titolo Missione testimonianza. La scuola F. Aporti - Mantegna, per la duplice vincita, si è guadagnata in premio il laboratorio di creatività Piccoli testimoni crescono a cura dell’Associazione culturale L’Ora Blù.
Agli studenti di scuola secondaria di 1° grado è stato proposto il Concorso “Cambiare si può”, con l’obiettivo di spronare i ragazzi a cercare dentro di sé quel cambiamento che vogliono vedere realizzato intorno a loro. I ragazzi potevano scegliere se realizzare un giornale di classe o un video.
Gli studenti sono stati stimolati a riflettere sul tema della testimonianza attraverso la lettura del libro Un angelo probabilmente di Mino Milani e di una strofa della poesia Masque of Anarchy del poeta inglese P.B. Shelley, e anche attraverso la visione del video sull’intervento della ragazza Severn Suzuky alla conferenza delle Nazioni Unite su ambiente e sviluppo, tenutasi a Rio de Janeiro nel giugno 1992.
A questo Concorso hanno partecipato 4 istituti scolastici, che hanno aderito con 7 classi.
Il Tg delle buone notizie, video realizzato dalla classe 2A della scuola C.S. IV Novembre - Curiel di Cornaredo, si è meritato il 1° posto; al secondo posto il giornale dal titolo Edizione speciale per persone speciali, realizzato dalla classe 1E della scuola media Santa Caterina da Siena; il terzo posto se l’è aggiudicato il video dal titolo Cominciamo da noi, realizzato dalle classi “Rischiatutto” e “Lascia o raddoppia” della Scuola popolare della seconda opportunità - I care.
La scuola C.S. IV Novembre - Curiel di Cornaredo si è aggiudicata in premio lo spettacolo teatrale La forza di un no, sulla storia di Giorgio Ambrosoli, messo in scena dalla compagnia teatrale Macrò Maudit, tratto dalla graphic novel La scelta di Gianluca Buttolo.
Agli studenti di scuola secondaria di 2° grado è stato proposto il Concorso Siamo tutti eroi, con l’obiettivo di stimolare i giovani ad andare a caccia di testimoni dei valori della legalità, cittadinanza, giustizia, rispetto dei diritti, e raccogliere le loro storie in un giornale di classe o registrarle in un video.
In preparazione al Concorso “Siamo tutti eroi”, gli studenti hanno visto il film Il figlio dei fratelli Dardenne e riflettuto su una citazione di Yolande Mukagasana, sopravvissuta al genocidio del Ruanda.
Hanno partecipato 7 istituti scolastici, che hanno aderito con 14 classi.
Due classi dell’I.I.S. Allende - Custodi hanno optato per la realizzazione di un giornale, i titoli: La voce dell’Allende e Oltre la siepe. Dei 15 video pervenuti, il 1° premio è stato assegnato a BullisNO, realizzato dalla classe 2L dell’Istituto Alberghiero Carlo Porta, il 2° premio è stato vinto da Affrontare gli ostacoli per essere felici… una storia di coraggio, realizzato dalla classe 5B del Collegio San Carlo - Liceo delle Scienze Umane; mentre il 3° premio è stato assegnato a Dalìla: storia di un eroe silenzioso, realizzato dalla classe 2a del Liceo artistico Orsoline di San Carlo. In premio le scuole vincenti effettueranno una visita alla Civica Scuola di cinema Luchino Visconti, dove si confronteranno con gli ideatori degli spot realizzati per la campagna a sfondo sociale e con il docente tutor del progetto.
Agli studenti che hanno vinto il Concorso con un giornale di classe è stata offerta in premio la visita al giornale di strada Scarp de’ tenis, importante occasione per confrontarsi con tutta la redazione.
L’esposizione e la premiazione dei progetti presentati dalle scuole è avvenuta il 29 novembre, nel corso della Giornata della Virtù Civile 2018, presso il Conservatorio di Milano, e ha contato 400 presenze fra studenti e insegnanti accompagnatori. I ragazzi hanno potuto dialogare con Alfredo Chiodi, nipote di Pina Maisano Grassi; Stefano Matacchini, nipote di Giorgio Ambrosoli; Francesca Ambrosoli, figlia di Giorgio Ambrosoli; Paolo Foschini, giornalista del Corriere della Sera; Giacomo Ranco, referente di Libera, che hanno raccontato la loro esperienza di testimonianza nei diversi ambiti in cui lavorano e studiano.
Alcuni ragazzi sono tornati la sera per assistere all’emozionante tavola rotonda e al Concerto Civile Giorgio Ambrosoli, interpretato dall’orchestra del Conservatorio di Milano, formata da musicisti giovanissimi (il più giovane ha appena 15 anni), diretta dal Maestro Pietro Mianiti.


Progetto scuole 2017


La Giornata della Virtù Civile 2017, intitolata al tema della Cittadinanza, è stata dedicata alla figura del Cardinale Carlo Maria Martini, arcivescovo di Milano negli anni 1979-2002, teologo, biblista, esegeta e grande conoscitore dell’animo umano.
Per riflettere sui vari aspetti della Cittadinanza, le classi terze, quarte e quinte di scuola primaria sono state invitate a partecipare al Grande Gioco della “Città infinita”, un’attività ideata dall’architetto Mao Fusina, che consiste nel ricreare un paesaggio urbano, utilizzando materiali di scarto della lavorazione industriale. È un lavoro collettivo di pianificazione urbanistica, basato sull’idea del vivere la città come luogo delle relazioni.
Hanno partecipato al Grande Gioco della “Città infinita” 4 istituti scolastici, che hanno aderito con 13 classi, per un totale di 312 alunni e 15 insegnanti.
Per prepararsi allo spirito del gioco e alle riflessioni ad esso collegate, gli alunni hanno letto il libro Chiama il diritto, risponde il dovere di Anna Sarfatti e visto il film Rosso come il cielo di Cristiano Bortone.
Agli studenti delle scuole secondarie di 1° grado è stato proposto il Concorso Un progetto per il mio quartiere, con l’obiettivo di stimolare i ragazzi a realizzare un progetto all’interno del quartiere dove vivono o dove vanno a scuola, che risponda ai bisogni dei cittadini e ai loro sogni.
Gli studenti sono stati stimolati a riflettere sul tema del rispetto dei diritti umani attraverso la visione del film Il sole dentro di Paolo Bianchini.
Hanno partecipato 6 istituti scolastici, che hanno aderito con 9 classi, per un totale di 167 studenti e 15 insegnanti.
Agli studenti delle scuole secondarie di 2° grado è stato proposto il Concorso Un nuovo quartiere nella mia città, con l’obiettivo di stimolare i giovani a riflettere sulla realizzazione di un quartiere ideale che risponda ai requisiti di rispetto dei diritti inviolabili dell’uomo e dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.
In preparazione al Concorso, gli studenti hanno visto il film Scusate se esisto di Riccardo Milani e riflettuto sulle problematiche ad esso correlate.
Hanno partecipato 8 istituti scolastici, che hanno aderito con 10 classi, per un totale di 189 studenti e 14 insegnanti.
L’esposizione e la premiazione dei progetti presentati dalle scuole secondarie di 1° e 2° grado è avvenuta il 23 novembre, nel corso della Giornata della Virtù Civile 2017, presso la Sala Puccini del Conservatorio G. Verdi di Milano, e ha contato 288 presenze fra studenti e professori accompagnatori. I ragazzi hanno potuto dialogare con l’avvocato Papa Abdoulaye Mbodj, primo avvocato di colore a Milano, che ha dato testimonianza della sua esperienza di immigrazione e inserimento in un diverso contesto culturale.


Progetto scuole 2016


La Giornata della Virtù Civile 2016 è stata dedicata alla figura di Giancarlo Siani, giovanissimo cronista del Mattino di Napoli ucciso dalla camorra nel 1985.
Al Concorso dal titolo "Impegno e Passione" dedicato alla memoria di Giancarlo Siani hanno partecipato 3 scuole elementari di Milano con 7 classi; 6 scuole medie di Milano con 13 classi e una di Cornaredo con 5 classi; 7 scuole superiori di Milano con 13 classi, una di Vicenza con 2 classi e una di Castrovillari con 4 classi, per un totale di oltre 1000 ragazzi, 44 classi e 19 istituti.
Per affrontare il tema, gli scolari delle elementari hanno preso spunto dalla visione del film di animazione “Iqbal - bambini senza paura” di Michel Fuzellier. Tra i lavori realizzati, video, calligrammi, alcuni cartelloni e una scultura dal titolo “La nostra Fenice”.
Gli alunni delle medie hanno interpretato il tema a partire dalla visione del film “Iqbal” di Cinzia CH Torrini. Tra i lavori realizzati, poesie, testi di cronaca, un gioco dal titolo “Il tappeto di Iqbal” e un tappeto dal titolo “Trame e intrecci” realizzato con magliette tagliate e trasformate.
Gli studenti delle scuole superiori hanno realizzato i lavori per il concorso giornalistico e fotografico ispirandosi alla figura di Giancarlo Siani, dopo la visione del film "Fortapàsc" di Marco Risi.
La premiazione si è svolta al Teatro dal Verme con la partecipazione di 470 alunni delle elementari e delle medie e 250 studenti delle superiori – accompagnati da 48 insegnanti – che hanno potuto dialogare e commentare i propri lavori con Paolo Siani e Annalori e Francesca Ambrosoli.

Le scuole superiori hanno realizzato i lavori testuali e fotografici ispirandosi alla figura di Giancarlo Siani dopo la visione del film "Fortapàsc" di Marco Risi.


Progetto scuole 2015


Al Concorso di espressione artistica dal titolo “Il Coraggio della Verità“ hanno partecipato 2 scuole elementari di Milano con 5 classi, 1 di Sesto San Giovanni con 3 classi, 6 scuole medie con 11 classi e 8 scuole superiori, di cui 1 di Vicenza e 1 di Castrovillari, per un totale di 1000 ragazzi.
Per affrontare il tema gli scolari delle classi elementari hanno letto la fiaba "I vestiti nuovi dell’imperatore” di Hans Christian Andersen. Tra i lavori realizzati, oltre ai molti disegni e mappe concettuali, una messa in scena teatrale e un’opera plastica corredata dai pensieri dei ragazzi su verità, libertà e convivenza civile, con riferimenti alla Costituzione.
I ragazzi delle medie, condivisa la lettura del fumetto “Peppino Impastato - Un giullare contro la mafia” di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso, hanno espresso i loro pensieri attraverso opere artistiche, testi di cronaca e testi di canzoni, un gioco da tavolo 'I cento passi' che ha vinto il concorso.
Gli studenti delle superiori coinvolti nel percorso di riflessione scaturito dalla visione dei film “I 100 passi” di Marco Tullio Giordana e “La mafia uccide solo d’estate” di Pif, hanno realizzato 118 fotografie. Alla premiazione che si è svolta nel Teatro dal Verme alla presenza di Giovanni Impastato, Annalori e Francesca Ambrosoli, Alice Grassi, hanno partecipato 650 ragazzi accompagnati da 50 docenti.
Alcuni istituti hanno inserito la loro esperienza e i lavori realizzati per il Concorso sul loro sito.
www.rovani.gov.it, www.leonexiii.it, www.adaschio.gov.it, www.iisgaribaldialfano.gov.it, www.liceocasiraghi.gov.it


Progetto scuole 2014


Nel 2014 per le scuole primarie è stato realizzato il gioco "Le belle tasse" ideato e condotto da Franco Fichera professore emerito di Diritto Tributario. Hanno partecipato 3 scuole elementari con 6 classi.
Le scuole medie sono state coinvolte in un concorso di scrittura dal titolo "Le tasse per me".
Agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado è stato riservato il concorso fotografico "Scatti di Legalità: i tanti ris-volti delle tasse". L'iniziativa ha, come sempre, riscosso un ottimo successo. Hanno aderito 5 scuole superiori, una delle quali ha visto la partecipazione di 9 classi.


Progetto scuole 2013


La proposta del 2013 per le scuole primarie è stata il Concorso di scrittura/disegno “Scriviamo la nostra storia”. L’attività rivolta alle classi terze, quarte e quinte elementari proponeva la visione del film di animazione “Kirikù e la strega Karabà” di Michel Ocelot.
Sempre sotto il titolo “Scriviamo la nostra storia”, il concorso di scrittura/interpretazione proposto alle scuole medie, ha coinvolto i ragazzi di prima, seconda e terza media nella lettura del libro ‘L’uomo venuto dal nulla’ di Mino Milani.
Ai concorsi hanno partecipato 135 studenti di entrambi gli ordini scolastici.

Per le scuole superiori l’Associazione ha indetto la prima edizione del Concorso fotografico “Scatti di legalità” per stimolare i giovani a riflettere sul concetto di legalità attraverso l’osservazione della realtà che li circonda.
90 studenti hanno partecipato con i loro scatti al contest fotografico guidati dai loro insegnanti. Le 12 fotografie migliori sono state pubblicate sul Calendario della Legalità 2014. Tutte le opere ammesse a concorso sono state esposte durante la giornata del 26 novembre nel foyer del Teatro Dal Verme.


Progetto scuole 2012


Nel 2012 l'Associazione Civile Giorgio Ambrosoli ha coinvolto le scuole medie milanesi nel Cineforum “La legalità va al cinema”. Alla proiezione del film di animazione “Appuntamento a Belleville” di Sylvain Chomet è seguito un momento di gioco e confronto sui temi trattati dallo stesso. Il dibattito è stato animato dall’avvocato Umberto Ambrosoli e dall’attore Giacomo Poretti, componente del noto trio comico Aldo, Giovanni & Giacomo. Al cineforum hanno partecipato tre scuole medie per un totale di 131 presenze.


Progetto scuole 2011


Al Concorso di disegno e creatività “Per questo mi chiamo Giovanni” ideato per le scuole elementari e medie hanno partecipato in questa prima edizione 6 classi di quarta e quinta elementare per un totale di 98 bambini e 9 docenti e 8 classi di seconda e terza media, per un totale di 86 ragazzi e 11 docenti coinvolti.
Per il secondo triennio delle scuole medie superiori è stata organizzata la rappresentazione dello spettacolo di teatro canzone ‘Giorgio Ambrosoli’ di Michela Marelli e Serenella Hugony-Bonzano con Luca Maciacchini, al Teatro Litta di Milano. Dopo la rappresentazione, si è svolta una tavola rotonda in cui l’Avv. Umberto Ambrosoli ha risposto alle domande dei 200 studenti presenti in sala.