Progetto scuole 2019


Descrizione

La Giornata della Virtù Civile 2019, intitolata al tema del Senso dello Stato, è stata dedicata alle figure di Giorgio Ambrosoli, di Paolo Baffi nel trentennale della morte, e al ricordo di Silvio Novembre recentemente scomparso. Al Concorso proposto alle scuole, dalla terza elementare alla quinta superiore, hanno aderito circa 1000 studenti con i loro insegnanti.
Ricorrendo quest’anno il quarantennale dell’assassinio di Giorgio Ambrosoli l’Associazione ha offerto a tutte le scuole medie la graphic novel di Gianluca Buttolo La scelta e a tutte le scuole superiori il libro di Corrado Stajano Un eroe borghese e il film Un eroe borghese tratto dal medesimo, per la regia di Michele Placido.
Per riflettere sui vari aspetti del Senso dello Stato, le classi terze, quarte e quinte di scuola primaria sono state invitate a partecipare al Concorso “Prime prove di politica” sperimentando attraverso il gioco una simulazione di elezioni democratiche.
Per prepararsi al Concorso gli alunni hanno letto il libro La Costituzione raccontata ai bambini di Anna Sarfatti e visto il film d’animazione Zootropolis.
Hanno partecipato al Concorso “Prime prove di politica” 2 istituti scolastici con 9 classi. Gli alunni hanno realizzato vari elaborati tra cui video, cartelloni e l’ideazione dei partiti politici con i loro programmi, slogan, inni e simboli elettorali.
Le classi partecipanti si sono guadagnate in premio il laboratorio Alle urne! Alle urne! Il gioco delle elezioni a cura dell’Associazione culturale L’Ora Blù.

Agli studenti di scuola secondaria di 1° grado è stato proposto il Concorso “La Costituzione per me”, chiedendo loro di individuare gli articoli della Costituzione (compresi tra i primi 12) più vicini alla loro realtà e di proporne un’attualizzazione, con l’obiettivo di spronarli a riflettere sulle modalità in cui loro stessi possono essere elemento di stimolo e cambiamento per il bene comune e il servizio al cittadino.
Alcuni spunti offerti per riflettere sul tema del Senso dello Stato sono stati il libro di Mario Lodi Costituzione. La legge degli italiani. Riscritta per i bambini, per i giovani… per tutti, la canzone di Giorgio Gaber La libertà è partecipazione e il film di Ficarra e Picone L’ora legale.
A questo Concorso hanno partecipato 4 istituti scolastici con 12 classi.
Il 1° premio, che consiste nella visita a un Comando dei Carabinieri sotto la guida del regista e Carabiniere ad honorem Claudio Camarca, è andato a Diversamente uguali un video realizzato dalla classe 2^A della scuola media Santa Caterina da Siena. Il 2° premio è andato al progetto multimediale La Costituzione a portata di mano realizzato dalla classe 3^N della scuola media Mameli e consiste nella visita al Palazzo di Giustizia di Milano, sotto la guida di un magistrato. Il 3° premio è andato alla classe 2^B della scuola media Santa Caterina da Siena per il video TG 2B: Gli articoli della Costituzione italiana - Edizione speciale e consiste nella visita guidata da Milanoguida al Rifugio Antiaereo 87. La classe 3^H della scuola media Mameli ha vinto il Premio Associazione con il progetto multimediale Cinque giornate, cinque articoli, cinque luoghi. La libertà in gioco. Il premio consiste in un incontro/dibattito in classe con il magistrato Giuseppe Gennari.

Agli studenti di scuola secondaria di 2° grado è stato proposto il Concorso Come i Padri Costituenti, con l’obiettivo di stimolarli a mettersi nei panni dei Padri Costituenti e avviare una riflessione sui punti fondamentali dai quali non si può prescindere per redigere una Costituzione che sia garanzia di tutela del bene comune. Gli studenti hanno scelto gli articoli della Costituzione che a loro giudizio meglio esprimono il Senso dello Stato e hanno proposto un’attualizzazione degli stessi.
Come spunto per prepararsi al Concorso gli studenti avevano a disposizione il film documentario Niente paura di Piergiorgio Gay e il Discorso sulla Costituzione di Piero Calamandrei, Padre Costituente.
Hanno partecipato 8 istituti scolastici con 14 classi.
Il 1° premio, che consiste nella visita a un Centro operativo della DIA, è stato assegnato al progetto multimediale Equilibrio di genere: parità uomo-donna sul posto di lavoro, realizzato dalla classe 3^V del CIOFS-FP Lombardia. Il 2° premio è stato vinto ex aequo dal progetto La Costituzione: 12 favole per crescere nella legalità, realizzato dalla classe 3^B PSS dell’Istituto Bertacchi di Lecco e dal gruppo misto del Liceo Classico “Garibaldi-Alfano-Da Vinci” di Castrovillari che ha realizzato il video Come siamo, come dovremmo essere, come vorremmo che fosse e consiste in una visita guidata al Palazzo di Giustizia di Milano e a un suo procedimento, sotto la guida di un magistrato. Ci piace segnalare che il Liceo Classico Garibaldi-Alfano-Da Vinci partecipa dal 2014 classificandosi ogni anno tra i premiati.
Il 3° premio è stato assegnato ex aequo alla classe 5^B dell’Istituto San Carlo per il progetto Rivisitazione attraverso immagini e aforismi, e alla classe 2^L dell’Istituto Alberghiero Carlo Porta per l’e-book dal titolo La Costituzione 2.L e consiste in uno spettacolo presso il Teatro della Cooperativa di Milano. La classe 3^ Figurativo del Liceo Artistico Orsoline ha vinto il Premio Associazione con il progetto multimediale E questo sarebbe il XXI secolo? Il premio consiste in un incontro/dibattito in classe con un esponente del movimento politico Volt.

L’esposizione e la premiazione dei progetti presentati dalle scuole è avvenuta il 28 novembre presso il Conservatorio di Milano. Qui i ragazzi hanno potuto dialogare con Annalori Ambrosoli, vedova di Giorgio Ambrosoli; Francesca Ambrosoli, figlia di Giorgio Ambrosoli; Gianluca Buttolo, autore della graphic novel su Giorgio Ambrosoli La scelta; Alfredo Chiodi, nipote di Pina e Libero Grassi; Giovanni della Gatta, Ambrosoli Scholar; Gianmarco Crescentini, referente di Libera; Paolo Foschini, giornalista del Corriere della Sera; Elisa Marincola, giornalista di Articolo 21; Stefano Mattachini, nipote di Giorgio Ambrosoli; Francesca Sorini, nipote di Silvio Novembre; Isabella Tedone, giudice; Giuliano Turone, magistrato e giudice al processo per l’omicidio di Giorgio Ambrosoli, che hanno testimoniato dei diversi ambiti in cui lavorano o studiano.
Alcuni ragazzi sono tornati la sera per assistere all’emozionante tavola rotonda, che ha visto ospite anche il nostro sindaco Beppe Sala, e al Concerto Civile Giorgio Ambrosoli, magnificamente interpretato dall’Orchestra Sinfonica del Conservatorio G. Verdi di Milano, una formazione di studenti del Conservatorio con il soprano Cristiana Farricelli diretta dal Maestro Antonello Allemandi.